Il Miroska la 14° modalità proposta alle scuole

 

Di solito abbiamo molto chiaro il concetto di “mio” per quanto riguarda:

mio figlio

mia madre

mio padre

i miei cari

i miei amici ecc…

in generale ci si prende cura di ognuno di loro, proteggendolo, amandolo, ecc…

e ancora,

di solito abbiamo molto chiaro il concetto di mio per quanto riguarda:

la mia macchina

il mio vestito

la mia camera

la mia casa ecc…

In generale ci si prende cura di ciascuna cosa, mantenendola pulita, evitando di danneggiarla e di utilizzarla in modo scellerato.

E la mia città?

La mia nazione?

Il mondo?

di chi sono se non nostri?

Credo che sia bene, utile e vantaggioso considerare il mondo al pari della madre, del figlio, di tutte quelle cose che, soprattutto sentimentalmente, ci appartengono.

Al fine di visualizzare questo concetto ho ideato per i più piccini e non il “Miroska”, Mir in russo significa Mondo- Pace, che, imitando la “Matrioska” russa, ripropone la serie di scatole, una dentro l’altra. 

In questo caso le scatole sono 6, di forma sferica, rappresentano il mondo anziché la ” Matriona”. Sono formate da due calotte tutte divise all’altezza della linea dell’equatore. Sulla superficie esterna, in tutte le scatole, è rappresentato il pianeta.

Nella parte interna della scatola più grande, la 1°, appare la scritta ” il mio mondo” ripetuta in tutta la superficie convessa e in tutte le lingue.

Nella parte interna della 2° scatola appare raffigurato il continente di appartenenza e la scritta che lo definisce, esempio: l’ Europa

Nella parte interna della 3° scatola appare raffigurata la Nazione di appartenenza e la scritta che la definisce, esempio: l’ Italia

Nella parte interna della 4° scatola appare raffigurata la città di appartenenza e la scritta che la definisce, esempio: Roma

Nella parte interna della 5° scatola appare raffigurata la casa di appartenenza e la scritta che la definisce, esempio: la casa di Daniela

Nella parte interna della 6° scatola appare raffigurata la famiglia dell’autore del “Miroska”, esempio: la famiglia di Daniela.

Quindi ogni allievo potrà realizzare il proprio “Miroska” decidendo liberamente come realizzarlo utilizzando lo schema di base con qualsiasi tecnica, materiale e dimensione.

il-miroska-singolo