6° evento: “Rispettate il mondo Rispettate voi stessi” – 21 marzo 2012

 Questo sesto evento è avvenuto al Pincio- Piazzale Napoleone I, a Roma. L’obiettivo è stato quello di ribadire il messaggio del 5° evento, un messaggio di rispetto completamente universale. Credo sia fondamentale, in questo periodo storico, sottolineare ed amplificare questa voce, ho presentato, per la Schermata 2016-07-15 a 11.55.35seconda volta, i 16 simboli religiosi compreso quello che rappresenta gli atei, realizzati, da me, con materiale di rifiuto.
I 16 bambini hanno prestato per la 2° volta la voce ai 16 simboli lanciando il seguente messaggio:

Ciao! Sono Gesù Bambino!

Ciao! Sono lo Scudo di David!

Ciao! Sono Omkar!

Ciao! Sono la Stella a nove punte!

Ciao! Sono la Mezzaluna!

Ciao! Sono Croce del sole!

Ciao! Sono Yin e Yiang

Ciao! Sono Torii!

Ciao! Sono la Ruota del darma

Ciao! Sono Khanda!

Ciao! Sono l’Orbitale!

Ciao! Sono la Mano!

Ciao! Sono il Fiore di loto con fiamma!

Ciao! Siamo le Lune della Dea Triplice!

Ciao! Sono Cross Pattee!

Ciao! Siamo le Mani di Dio

Ci siamo fatti fare con materiale di rifiuto:

retine per patate, per cipolle, per ricotta

per farvi riflettere ogni qualvolta gettate via qualcosa.

Pensate a che cosa ci si può fare!

Avete tanto da recuperare,

partite da qualcosa!

Partite dalla spazzatura perchè se imparerete di nuovo

ad apprezzare anche la spazzatura, imparerete a dare valore alle cose

e di conseguenza a voi stessi.

Fatela finita di buttarvi via con droga, alcool e cattivo sesso.

Quindi il messaggio è:

evitate di sporcare il mondo!

Evitate di sporcare le strade, le città, l’arte, lo sport, ma più ancora

evitate di sporcare voi stessi.

Rispettate il mondo!

Rispettate voi stessi!

Il mio amore per voi è sempre infinito

ma voi vi amate così come siete?”

Questo messaggio nel video del 6° evento è enunciato, sempre dagli stessi bambini, in spagnolo con i sottotitoli in italiano e in inglese.

Anche gli allievi delle scuole primarie hanno partecipato portando il simbolo che rappresenta il loro credo, realizzato da loro stessi, sempre con materiale di rifiuto, lo hanno innalzato verso Roma, sulla panoramica terrazza, hanno promesso e dichiarato, che da quel momento in poi, si sarebbero impegnati, personalmente e nell’ambito della propria famiglia, a non voler più sporcare né le strade, né le città, né tantomeno la propria persona. I bambini sono risultati anche protagonisti dell’evento, esprimendo, attraverso le varie discipline (canto, musica danza ecc…), i temi fondamentali dell’evento.

Nello specifico, essi si sono ispirati ai temi di rispetto per l’ambiente, per l’uomo, ai temi di pace e di fratellanza.

Gli allievi del Liceo Artistico Roma 1, Roma 2, hanno promesso a Roma rispetto sfilando anch’essi sul Piazzale Napoleone I con delle vere e proprie opere d’arte, realizzate da loro, sempre con materiale di rifiuto.

 

 

 

Gli artisti:

La scrittrice Chiara Pucci

Gli attori

Iaeli Anselmo

Andrea Galatà

Chiara De Carolis

“Il Signore dei Palloni Areostatici”

Luigi Iezzi di Capranica

I “giovani musicisti”

lice Notarangelo

Giorgio Pannunzi

Gli allievi del Teatro Danza Musical

“Parole in movimento” diretto da Alessia degli Angioli

Il “Laboratorio Sociale”

La Cooperativa Sociale di Trento

Anfss Trentino Onlus

Il designer Alessandro Consiglio

Intercoiffure Boni & Magnifico

Michela Lodato

Il maestro Andrea Causapruna

Le danzatrici:

Mara Gentile

Valentina Greco

Giselle Spiteri Miggiani

del corpo di ballo Al Azahar Ensemble di Zara.

L’insegnante di  danza  Marcella Scazzina

L’ allieva Sonia Murgia

“Il Signore degli Aquiloni”

Filippo Finocchiaro

L’artista Rosa Materazzo

Il Danzatore Emiliano Fiacchi

Gli artisti dell’Associazione “I Compagni di Strada”

Alder

Lunghi

Residori

Kalos

L’artista Mario De Luca

Il Regista e attore Dino Ruggiero

L’artista Naoya Takahara

Il Maestro Lucio Petrillo

Il coreografo Marco Serra

I danzatori

Francesca Formisano

Livia Massarelli

Giulia Nicoletti

Salvo Torrisi

Roberto Zermo

hanno supportato, gratuitamente il 6° evento, amplificando il messaggio.

Sono tornata poi nelle scuole per intervistare altri bambini, ancora più piccoli dei precedenti, bambini di 2° elementare.

Lascio a voi i commenti!

Annunci