I GIOCHI – progetti proposti alle Scuole

Si propone agli allievi la creazione di:

Giochi ispirati ai temi del progetto 
Un gioco online  “Creiamo un mondo sano insieme!”

Un gioco reale  “Creiamo un mondo sano insieme!”


“Creiamo un mondo sano insieme!”  


 L’idea:Il gioco è contenuto in una scatola. 


Elementi: 


a) una sfera gonfiabile di materiale plastico, che appare accartocciata, rappresenta il mondo attuale, sofferente, sul quale appaiono evidenziati (e qui entrano in scena gli allievi scegliendo e descrivendo quali saranno) gli aspetti da cambiare. I suoi colori saranno le gradazioni di grigio, di marrone che si trasformeranno via via, in verde, blu, celeste, ogni qual volta un elemento benefico, positivo verrà inserito nel globo (e qui entrano in scena gli allievi che dovranno ideare la modalità). Il suo odore sarà sgradevole e ogni qual volta un elemento benefico, positivo verrà inserito nel globo (e qui entrano in scena gli allievi che dovranno ideare la modalità), si trasformerà in un odore gradevolissimo. 

b) una scatola piena di vari elementi (e qui entrano in scena gli allievi scegliendo e descrivendo quali saranno, che forma avranno, quale sarà il materiale che li formerà e i loro nomi) che attueranno la trasformazione. Il globo a poco a poco assumerà una forma perfettamente sferica, si colorerà in modo meraviglioso da rappresentare e dichiarare il benessere del pianeta, alcuni elementi presenti all’inizio del gioco scompariranno apparendone altri.


Il concetto: trasformare in positivo (gli allievi sceglieranno la modalità)


©Daniela Bertoletti

UN NUOVO GIORNALE – progetti proposti alle scuole

Si propone agli allievi la creazione di:


“Il Positivo”      Un nuovo giornale!

Creiamolo noi! Ricicliamo le parole!!! Esistono flebo di tutti i tipi! Ma mancano quelle positività! Facciamocele da soli!Ricicliamo le parole!!!I n questo momento abbiamo bisogno di energia positiva!Iniziamo dalla parola Spread! Potrebbe diventare Dareps che ha più l’idea del dare che del togliere! E’ impossibile che nel mondo accadano solo brutte cose! Prendiamo il giornale, un articolo a caso e ricicliamolo su misura per le nostre orecchie! Per il nostro cuore! Per il nostro futuro! Ispiriamoci al bello, al sano, al divertimento, al buon umore, alla gioia, al sorriso! Qual è la scelta altrimenti? Questo è il senso di immaginare un mondo diverso, immaginare positivo! Immaginazione è creatività quindi quello che la nostra mente immagina si realizza! Per risalire il motore va alimentato con la positività!

©Daniela Bertoletti 

COMODO e SCOMODO – progetti proposti alle Scuole

Si propone agli allievi la creazione di:
disegni, fumetti, esempi scritti per “Comodo e Scomodo” inserito nel progetto
Eccomi! Risali con me (vedi http://eccomirisaliconme.blogspot.it/2012/01/comodo-e-scomodo.html) 


a)Si richiedono due disegni che rappresentino uno l’immagine  di un ragazzo/a (lo stesso per entrambi i disegni) in una posizione comoda e l’altro in una posizione scomoda.
Il disegno che rappresenterà Comodo dovrà essere in prevalenza rosso (idea di pericolo) l’altro che rappresenterà Scomodo dovrà essere in prevalenza verde
 (idea di natura-ecologia).



b)Si richiedono due disegni che rappresentino uno l’immagine  dello stesso ragazzo/a in un’azione comoda e l’altro in un’ azione scomoda.Il disegno che rappresenterà Comodo dovrà essere in prevalenza rosso (idea di pericolo) l’altro che rappresenterà Scomodo dovrà essere in prevalenza verde (idea di via libera). 



c)Si richiedono due disegni che rappresentino uno il risultato dell’azione comoda e l’altro il risultato dell’azione scomoda.
La scelta dei colori per questi disegni è libera. 





esempi scritti per Comodo e Scomodo (vedi http://eccomirisaliconme.blogspot.it/2014/09/gli-esempi-dei-bambini-per-comodo-e.html

fumetti che illustrino gli esempi scritti per Comodo e Scomodo 

LE CANZONI RAP – progetti proposti alle scuole

Si propone agli allievi la creazione di:

Testi per canzoni Rap ispirati ai temi del progetto (vedi video della canzone rap scritta da Nicolò alunno della scuola primaria di Sacrofano

Basi musicali per le canzoni rap elencate qui sotto

  “Rispetto a tutte le ore”Rispetto a tutte le orea cena per tea pranzo per mea colazione per te e per mecappuccino con Rispaghetti con spetarrosto con to – RispettoUna linea perfetta è assicurataUna mente pulita accaparrataArterie limpide per tutti quanti per trovare strade comunicantiUn cuore sano si potrà avere per insieme tutti uniti la pace godere.E’ tutto facile, è gratis lo sai, basta cercarlo e lo troverai.E’ dentro di noi, usarlo tu puoi solo se tu lo vuoi.Più ne dai più ne riceverai, più felice sarai.Rispetto a tutte le orea cena per tea pranzo per mea colazione per te e per mecappuccino con Rispaghetti con spetarrosto con to – RispettoRispetto è un concetto perfetto perfettoche il vero potere ti fa ottenere! ©Daniela Bertoletti 

“Peso” (rispetto per la vita) Peso una parola peso

Anoressia bulimia pesouna parola che fa male pesopesante sulla mente peso

troppo pesante pesotroppo leggero pesoanoressia bulimia pesoaiuto la mia mente pensoaiuto il mio corpo cambiodoccia doccia  d’amore aproper me stesso per me stesso aprovoglio il mio bene pensovoglio il mio bene cambioaggiungo al peso elle iaggiungo aggiungo enne aaggiungo aggiungo taesce fuori personalità!

©Daniela Bertoletti 


”Pesce sabbia mare” (rispetto per l’ambiente e l’uomo) Pesce sabbia maremare sabbia pescepesce sabbia maremare sabbia pescetutto fila non m’intoppotutto fila sto nel ritmoma che c’entra la bottigliama che c’entra er copertonema sei proprio un gran coj…

non t’accorgi che t’encastrinon t’accorgi che t’affondinon t’accorgi che sto mondo de poesialo trasformi in porcheria?Apri l’occhio che sei in tempo!Trova il senno che sei in tempo!Stessa azione stesso tempoMa’ nvece che ner mare fa canestro dentro ar cesto!Pesce sabbia maremare sabbia pescepesce sabbia maremare sabbia pescetutto fila non m’entoppotutto fila sto nel ritmoma che c’entra la camorrama che c’entra er padronema sei proprio un gran coionenon t’accorgi che t’encastrinon t’accorgi che t’affondinon t’accorgi che sto mondo de poesialo trasformi in porcheria?Apri l’occhio che sei in tempo!Trova il senno che sei in tempo!Stessa azione stesso tempoMa’ nvece  der  fucile porta a spasso er sentimento. ©Daniela Bertoletti 

“Colore”Colore per la pellecolore per le scarpecolore colorecolore per il mondocolore per i fioricolore coloreper salvare l’Italia per salvare il mondo ci vuole colore?No! No! No! Non ci vuole colore!Ci vuole saggezzaci vuole giustiziaci vuole ingegnoci vuole onestàci vuole rapiditàci vuole colore?No! No! No! Non ci vuole colore!Ci vuole chiarezzaci vuole limpidezzaci vuole impegnoci vuole fantasiaci vuole filosofiaci vuole colore?No! No! No! Non ci vuole colore!Non guardare il colore! Non scegliere il coloreScegli l’uomo scegli l’idea scegli il suo cuore guarda il tricolore guarda il valoreColore colorePer salvare l’Italia per salvare il mondoci vuole colore?No! No! No! Non ci vuole colore ci vuole il migliore! ©Daniela Bertoletti 

“Ma lo sai?”E va bene e va bene è magico lo so

e va bene e va bene è pazzesco lo so
è uno sballo una figata ma anche una bidonata
non capisci non capisci che ti occorre la tua amata
la tua amata la tua amata è meglio della ciattata
ma lo sai ma lo sai che c’è altro oltre facebook?
Ma lo sai ma lo sai che è meglio andare al sook?
E va bene e va bene è magico lo so
e va bene e va bene è pazzesco lo so
è uno sballo una figata ma anche una bidonata
non capisci non capisci che ti occorre la scampagnata
la  scampagnata la scampagnata è meglio della ciattata
ma lo sai ma lo sai che c’è altro oltre facebook?
Ma lo sai ma lo sai che è meglio andare a Insbruk?
Se nel mondo siamo tanti ci sarà un motivo?
Se nel viso abbiamo gli occhi ci sarà un motivo?
E la bocca e le gambe ci sarà un motivo?
Sanno fare tante cose no soltanto una

Prova prova piano piano lo comprenderai e la vera gioia troverai! ©Daniela Bertoletti 

“Canzone rap dell’alba”  (rispetto per la donna)E’ una storia da vomitarema si deve gridareè una storia da vomitare

ma si deve ascoltarenella storia tu sei un uomoma in realtà non lo seinella storia tu sei una donnama in realtà chi sei?Un feto di cinque mesi per dieci volte uccisoBotte da orbi Botte da orbiuomo della storia hai datoè una storia da vomitarema si deve strillareè una storia da vomitarema si deve ricordareSolo sei figli solo sei figli tu hai salvatoBotte da orbi Botte da orbidonna della storia hai ricevutoE’ una storia da vomitarema si deve urlareè una storia da vomitarema si deve divulgareTu uomo del futuroTi devi identificareTu donna del futuroTi devi salvare!  ©Daniela Bertoletti  

“Eccomi! Risali con me” Cre-a-ti-vi-tà più po-si-ti-vi-tàuguale uguale a fe-li-ci-tàso-so-so-sorridiso-so-so-sorridicogli l’attimo cogli l’attimoco-co-co-cogli l’attimose t’impegni cambi e ce la faise t’impegni cambi e ce la faiEccomi! Risali con meEccomi! Risali con mese immagini crei e ce la faise immagini crei e ce la faiRi-Ri-Risali con meRi-Ri-Risali con meCre-a-ti-vi-tà più po-si-ti-vi-tàuguale uguale a fel-li-ci-tàso-so-so-sorridiso-so-so-sorridiforza credici forza credici

fo-fo-fo- forza credici

Eccomi! Risali con meRi-Ri-Risali con me©Daniela Bertoletti 

“Bau Bau”  (rispetto per gli animali)  Bau BauSono pazzo di teBau BauAspetto solo teProteggo solo te, difendo solo te, morirei per te!Il mio nome è cane chiedo solo un pezzo di paneUso la zampa, la coda per darti darti ancoraAmore e fedeltà, fedeltà e amoreGiro giro intorno a te solo tu sei il mio re!Bau BauSono felice con teBau BauAnnegherei per teAscolto solo te, sogno solo te, ucciderei per te!Il mio nome è cane chiedo solo un pezzo di paneuso le zampe, la coda per darti darti ancoraAmore e fedeltà, fedeltà e amoreGiro giro intorno a te solo tu sei il mio re!Sono certo che sei morto non puoi avermi abbandonato cercherò cercherò la tua tomba,sicuro che la troverò e fino alla morte la sorveglierò!Il mio nome è cane e il tuo qual è?©Daniela Bertoletti 

“La fratellanza”

Che cos’è la fratellanza?E’ un profumo?Ma no!Che cos’è la  fratellanza?E’ un software?Ma no!Che cos’è la  fratellanza?E’ un gratta e vinci?Ma no!Che cos’è la fratellanza?E’ una ricetta?Ma no!E’ qualcosa che si compra, che fa dimagrire?

Ma no!

E’ qualcosa che conviene, che fa belli? Tipo il botulino?Ma no!E’ un piercing, una moto, un tato?Ma no!E’ un reality, un aperitivo, una tavola da surf?Ma no!E’ un sexy shop, un ristorante, uno stilista?Ma no!E’ qualcosa per fare soldi, per guadagnare tempo, per andare più veloci?Ma no!E’ solo un sentimento che nasce da un cuore che riesce a battere al di là del proprio corpo.  ©Daniela Bertoletti

“Tip Tap” (scioglilingua per i piccoli–Rispetto per l’ambiente)

Tip tap tip tap due zampette sulla sabbia
tip tip tap tap un beccuccio nella sabbia
è un gabbiano sulla Terra che non lascia traccia
scrusc scrosc scrusc scrosc due ruspe sulla sabbia
scrusc scrusc scrosc scrosc una crivella nella sabbia
è un uomo sulla Terra e lascia lascia traccia
Che ne pensi tu? Che ne pensi tu?
Chi la rispetta, chi la rispetta l’uomo o il gabbiano?
La rispetta il gabbiano!
Che ne pensi tu? Che ne pensi tu?
Chi l’offende, chi l’offende l’uomo o il gabbiano?
L’uomo l’offende, l’uomo l’offende! Che ne pensi tu?
Clip clap clip clap due zampette sulla corteccia
Clip clip cla clap una boccuccia nella corteccia
è una scimmietta sulla Terra che non lascia traccia
zif zef zif zef due seghe sulla corteccia
zif zif zef zef un’accetta nella corteccia
è un uomo sulla Terra e lascia lascia traccia
Che ne pensi tu? Che ne pensi tu?
Chi la rispetta, chi la rispetta l’uomo o la scimmietta?
La rispetta la scimmietta!
Che ne pensi tu? Che ne pensi tu?
Chi l’offende, chi l’offende l’uomo o la scimmietta?
L’uomo l’offende l’uomo l’offende!
Che ne pensi tu?

 ©Daniela Bertoletti 

“Qui e lì”  (Per i piccoli)

E stare stare qui e stare stare lì
e stare stare qua e stare stare là
e stare stare su e stare stare giù
e stare stare è e stare stare è
e cambia cambia qui e cambia cambia lì
e cambia cambia qua e cambia cambia là
e cambia cambia su e cambia cambia giù
e cambia cambia puoi e cambia cambia puoi
e sali sali qui e sali sali lì

e sali sali qua e sali sali làe sali sali su e sali sali giùe sali sali dai e sali sali daie stare stare qui e stare stare lì

e stare stare qua e stare stare là
e stare stare su e stare stare giù
e stare stare è e stare stare è
e cambia cambia qui e cambia cambia lì
e cambia cambia qua e cambia cambia là
e cambia cambia su e cambia cambia giù
e cambia cambia puoi e cambia cambia puoi
e sali sali qui e sali sali lì
e sali sali qua e sali sali là
e sali sali su e sali sali giù
e sali sali dai e sali sali dai

©Daniela Bertoletti 

“ Ciao uomo” Ciao uomo ma che stai a fa?Te stai a rovina’?So l’amico tuo e te lo posso di!Te stai a rovina’!Manco a me stai a somiglia’!La “parola” dev’esse una e l’onestà?N’do l’hai messa l’onestà?

Prova n’po a la ritrova’?!

Ce vorrebbe che devo esse io a t’educa’!A me m’ensegni a sta’ sedutoa te te devo insegna’ a t’arza’!Ce vorrebbe che devo esse io a te fa ama’!A me m’ensegni a da’ la zampaa te te devo insegna’ a abbraccia’!Ce vorrebbe che devo esse io a fatte ritrova’!A me m’ensegni che la pantofola te devo riporta’a te te devo insegna’ che l’anima tua devi cerca’!Uomo anch’io voglio esse amico tuo ma te lo devi merita’!©Daniela Bertoletti 

“E tu?” (Rispetto per la vita- Inno alla pace) Fucile infuocato

sterminio di masse
e tu?
Fucile infuocato
carni a brandelli
e tu?
Fucile infuocato
occhi senza più lacrime
e tu?
Fucile infuocato
la pazzia al posto dell’amore
e tu?
Fucile infuocato
sangue che cambia colore al mondo
e tu?
Fucile infuocato
anime sole urla disperate
e tu?
Io non voglio più vedere, più sentire!
Io non voglio più vedere, più sentire!
Io non voglio più vedere, più sentire!
Io non sono l’uomo con il fucile infuocato
e tu?

©Daniela Bertoletti 

“Dalla Terra vengo”  (Inno alla fratellanza)

Perché mi chiedi da dove vengo?Dalla Terra dalla Terra dalla Terra vengo!E’ lei che tinge la mia pelleE’ lei che ruota, è lei che giraE’ lei che cambia il sentimentocol freddo, il caldo e il firmamento.Perché mi chiedi da dove vengo?Dalla Terra dalla Terra dalla Terra vengo!Sei come me e non lo saiSai però che siamo uominiProvi come me e non lo saiSai però che siamo uominiSenti come me e non lo saiSai però che siamo uominiPerché mi chiedi da dove vengo?Veniamo dalla Terra forse ti sei perso? 
©Daniela Bertoletti 

“I bambini”  (Rispetto per i bambini)

Io sono quel bambinoe io sono quella bambina
pure io sono quel bambinoe io pure sono quella bambinanoi siamo quei bambinie noi siamo quelle bambinesiamo tutti i bambini e tutte le bambineche non avrebbero dovuto temere il buioma l’adulto che si è finto amicoe ci ha rubato per sempre il cuore, il corpo,l’innocenza e la fiducia.

©Daniela Bertoletti 

“Silicone”  E giù col silicone!E vai! E vai!E giù col silicone!E dai! E dai!Cambiare i tuoi confini adesso puoiSenza nessun limite adesso puoi!E giù col silicone!E vai! E vai!

E giù col silicone!E dai! E dai!Gonfia pure la luna già che ci seie il sole e le stelle non le dimenticarcosì se anche loro scomparirannon saprai mai certamente chi li creòma saprai con certezza chi li sterminò!  ©Daniela Bertoletti 


“ Mi presento” (Rispetto per la natura)
Scusa mi permetti? Mi presento:
Io sono l’albero! Sono l’albero!
Ho un consiglio per te uomo!
Ho un consiglio per te uomo!
Cambiami nome please! Cambiami nome please!
Chiamami l’indispensabile! L’indispensabile!
Così ricorderai che senza di me, per te,
non c’è vita, non c’è vita!
Se avveleni la terra io non resisto, non resisto
e tu con me soffrirai soffrirai! Tu morirai!
Noi siamo tanti, tutti diversi ma con le stesse qualità qualità,
che migliorano con l’età, con l’età!
Ho un altro consiglio per te uomo!
Ho un altro consiglio per te uomo!
Migliora anche tu le tue qualità qualità, con l’età, con l’età!
Conserva per noi, per noi il tuo sguardo da bambino, da bambino, ammirato, innamorato, innamorato, ammirato.
Uomo chi sono io? Tu sei l’indispensabile!

©Daniela Bertoletti 

  
“Endo’ le trovo?” (Rispetto per gli anziani)
Me scusi  me scusi me da’ me da‘ 4 chili de saggezza
pura semplice senza li coloranti e
du’  chili d’esperienza senza l’aggiunta d’additivi
Aho! Ma che nun ce l’hai?!
Prova là là de fronte ha aperto mo’!
Me scusi  me scusi me da’  me da’ 4 chili de saggezza
pura semplice senza li coloranti e du’ chili d’esperienza senza l’ additivi
Aho! Ma che strazio! Neppure tu ce l’hai?
En’dove le trovo?
Dar vecchio dar vecchio le poi trova’!
Solo da lui le poi trova’!
Ma fa’ presto perché l’hanno lasciato solo e
a solitudine fa nasce a tristezza e
a tristezza fa brutti scherzi!
Pure lui po’ nun le ritrova’!
©Daniela Bertoletti


“A Crisi” (Inno alla positività)
A Crisi  A Crisi  A Crisi
Ahò ma tu ce l’hai stà crisi?
Ahò te voi svejà?! Te voi controllà?!
Ahò ma o sai c’a crisi stà fora de te? Ce poi giurà!
T’o devi ricorda’!
A Crisi  A Crisi  A Crisi
Ahò ma tu ce l’hai stà crisi?
A lingua, a pancia e palle de l’occhi ce l’hanno a crisi?
A no? E allora o vedi c’a crisi stà fora de te?
E vene, e mani e recchie ce l’hanno a crisi?
A no? E allora o vedi c’a crisi stà fora de te?
A bocca, er petto e quarc’artra cosa ce l’hanno a crisi?
A no? E allora o vedi c’a crisi sta fora de te?
Ascorta er core tuo, spigni a turbo co’ l’impegno,
vaje dietro a sto ber sogno!
Te funziona tutto perché ce devi da rinuncià?
Pe stà crisi ce devi da rinuncià?
Daje’en carcio tanto stà fora de te!
Falla ruzzolà tanto stà fora de te!
Falla scapicollà tanto stà fora de te!
A Crisi  A Crisi  A Crisi
Ahò ma tu ce l’hai stà crisi?

©Daniela Bertoletti


Canzoni  scritte per la serie:
“Con la nostra mente possiamo”

“Penso ad altro”
Attenzione Attenzione qui la Direzione!
E’ stata trovata una bimba di 6 anni
capelli verdineri arruffati intrecciati scompigliati
vestiti sporchi unti strappati
è brutta brutta da paura
parla parla strilla urla vomita disperata
dice che la sua mamma si chiama Clara
che la sua casa si chiama mente e
che lei si chiama “crisidipanico”
Ah! Sei tu Clara?
Ecco la tua bella “crisidipanico”!
Come non la riconosci?
Non abita più nella tua mente?
Adesso vive nella mente di Luca e come mai? Veramente Clara?
E’ bastato solo pensare ad altro per mandarla via?!
Allora adesso eccola qui per te Luca la tua bella
“crisidipanico”!
Che fai allora la pensi o pensi ad altro?
©Daniela Bertoletti

“Faccio clic”
Sono brutta!
Oh si quanto sono brutta!
Mi copro mi nascondo sono sempre più brutta!
Mi isolo mi deprimo sono triste sono sempre più brutta!

Non mi va non mi va di uscire! Piango!
Non mi va non mi va di muovermi! Piango!
Tanto sono brutta sono tanto tanto brutta!
Ehi tu!
Prova a fargli fare un clic al contrario a quella mente del ca….
Per esempio?
Oh si quanto sono bella!
Sorrido sorrido sono sempre più bella!
Cerco amici sono allegra mi diverto sono sempre più bella!
Mi mi va mi va di uscire! Rido!
Mi va mi va di muovermi! Rido!
Perché sono bella sono tanto tanto bella!
Oggi mi guardo allo specchio si sono bella e pure simpatica!
Che forza fare clic!

©Daniela Bertoletti

I FUMETTI! – progetti proposti alle Scuole

Si propone agli allievi la creazione di:

Fumetti  per i 3 racconti che trovate qui sotto.
Racconti o fumetti ispirati ai temi del progetto (rispetto a 360° – pace – fratellanza – i 16 simboli presentati – colomba – colori dell’arcobaleno)


1° Storia 


Questa è la storia di Maria una retina per patate, di Claudia una retina per cipolle, di Romolo un cestino per ricotta, di Susy una busta di plastica, di John, Michele e Filippo dei tappi di sughero, di Vassiliev, Frederic e Corrado dei giornali, dei quotidiani, di Francesca un rotolo di alluminio, di Carla, Anna e Gelsomina dei tubetti di medicinali e tanti altri.
La storia è raccontata da Giorgio, Pietro, Dario, Arturo, Valentina e Antonietta, rifiuti di vario genere, che stanno dentro di me Carlos, un grande sacco nero di plastica.   
Stanno facendo un gran chiasso, non ne posso più, spingono da tutte le parti, mi stanno facendo esplodere e rompere perché vogliono raccontare la storia di chi è diventato famoso, di chi sta facendo da rifiuto qualcosa d’importante…. ma va? Sono diventati dei simboli? Per un progetto? Un progetto che si chiama “Eccomi! Risali con me?” Senza fini di lucro? Non ci credo! Dimmi…dimmi un po’? E’ in rete?
http://eccomirisaliconme.blogspot.it/
Questo è il link? Grazie! Vado subito a cercarlo!

©Daniela Bertoletti 


Gli allievi sono liberi nella scelta dei nomi dei personaggi, nella loro descrizione, nelle scelta delle parole,  nei disegni, nella location,  mentre sono vincolati dal prendere in considerazione solo personaggi che rappresentino dei veri e propri rifiuti, con nomi propri di persona e mantenendo come traccia “ il canovaccio”  del testo scritto.   


2° Storia 

Personaggi: 
Friz: un pastore tedesco  
Ercole: un gatto romano.  


Ercole: “Aho! A Friz ma ‘chè stanotte sei cascato dentro ar Tevere?  

Friz: “Nain nain! Io statto  tutta notte sotto pioccia, grande meeting montiale, noi aiutato tutti uomini, noi inventato, noi costruitto torcia illuminante. 
Ercole: “Ah!Ah!Ah! A Friz me stai a fà crepà! Ma che ve sete bevuti er cervello? Tutte e torce ellumineno! 
Friz: “Tu non capitto! Noi creatto prima, speciale, importatissima torcia! Con torcia adesso uomini possono vedere quando “Invidiox”, il più rovinoso, crante latro al monto, ruba a uomini virtù, dotti. 
Ercole: “Ruba? Invidiox? Aho a Friz nun te seguo!   
Friz: “Io spiego lei tutto Signor Ercole. Invidiox grante, rovinoso latro!   
Ercole: “Vabbè Friz questo l’ho capito! 
Friz: “Tutti uomini hanno sopra schiena zaino invisibile pieno di virtù, di dotti.   
Ercole: “ Virtù, dotti? Ma che so? Se possono magnà?   
Friz: “Signor Ercole io chieto lei scusa ma lei molto ignorante, virtù, dotti uguale a: capacità di apprentere, di fare, di valutare, di giuticare, d’ iteare, d’inventare, di scegliere, di organizzare, di scoprire, ecc…Gli uomini hanno a disposizione una vitta per aumentarle o perterle. Ogni dotte è raccio coloratto, che se intivituato nell’altro loro simile (ecco perché torcia importante) e apprezzato può racciuncere e aumentare il loro stesso raccio.   
Ercole: “Aho a Friz che sballo! O sai che nullo sapevo? E Invidiox? Aho a Friz ce manca invidiox? 
Friz: “E’ molto facile Signor Ercole! Invidiox è solo crante latro ma se uomini riconoscono subito invidiox (ecco perché torcia importante) e tengono lui molto lontano, lui braccia molto corte, lui impossibile prentere dotti da zaino, lui frecato!
Ercole: ”Aho a Friz lo sai che m’hai aperto ‘n mondo?Aho vicino a te Einstein-ain come cavolo se dice, nun’è nessuno?! Grazie Friz! Lo vado a raccontà subito alla pischella mia! Iavete fatto n’favore de niente a sti ceffi?!”
  
©Daniela Bertoletti   

 *nel testo è stata sostituita la lettera g con la lettera c, la lettera d con la lettera t, sono state inserite volutamente doppie. 


Gli allievi sono liberi nella scelta dei nomi dei personaggi, nella loro descrizione, nella scelta delle parole,  nei disegni, nella location,  mentre sono vincolati dal prendere in considerazione la traccia “il canovaccio” del testo scritto.


Che bello prendere coscienza che è facile combattere il sentimento che s’insinua, che può sopraffare, danneggiare noi e gli altri!Sconfiggeremo così l’invidia che è il sentimento che blocca l’evoluzione positiva nel mondo!E’ utile avere la consapevolezza che le capacità, le virtù dell’altro sono un bene anche per noi stessi, dall’altro potremo imparare, attingere, migliorare così noi stessi e ciò che ci circonda. Agevoliamo, sosteniamo chi merita! 

Tutto ciò che possediamo può migliorare o peggiorare, abbiamo il dono della vita, è bene utilizzare appieno quest’occasione!    

3° Storia  (rispetto per l’aria)


Uah Uah Uah Uah Uah Uah (sirena dell’ambulanza)


“Svelto giù la barella! Legalo bene hai visto che strada?”


“E tu hai visto che faccia che ha? E quanto sangue?


E’ andato! E’ tardi! Ecco il suo documento!


Si chiama O2”


“Scusate io ho visto tutto sono un testimone,


la storia si ripete ogni secondo, è stato CO2, l’ha fatto fuori nel giro di zero, rapido, fulmineo, implacabile.


Sono tanti stanno facendo uno sterminio!”


“Chi li manda?”


“Sono sempre loro che li mandano, quegli sciagurati, inconsapevoli, imperdonabili uomini, si gli abitanti del pianeta Terra, li fanno arrivare in tutti i modi e con ogni mezzo, non si rendono conto che si stanno distruggendo con le loro mani!
“Beh grazie! Scrivo subito il rapporto, la chiameremo per testimoniare!
Certo! A disposizione! Se sarò ancora vivo!      


©Daniela Bertoletti

ripartiamo, pronti per il nuovo anno scolastico!

Ciao a tutti, il nuovo anno scolastico (2014-15) sta per ricominciare. Ho pensato di ripubblicare tutti i progetti proposti alle scuole lo scorso anno e ne ho aggiunti di nuovi ideati negli ultimi mesi.


Per maggior chiarezza e facilitare la consultazione da parte di tutti pubblicherò un post per ogni progetto, così potrete scegliere il o i progetti a cui vorrete lavorare in vista dell’evento di marzo 2015 al Pincio. 


Un grande in bocca al lupo per il nuovo anno!!!!!!!!!